martedì 20 settembre 2005

Miss(ed) Italia

Dopo aver stirato qualche camicia e messo le corde nuove all'acustica vecchia, passo dalla cucina e trovo il televisore misteriosamente sintonizzato sulla finale di Miss Italia.

Nonostante l'ora tarda decido di fermarmi per vedere come va a finire, essendo già alle ultime sei.

Partono con le eliminazioni e, stranamente, azzecco in anticipo le tre finaliste. Tutte e tre more. Tutte e tre alte.

Un rapido sguardo e individuo le due che mi gustano di più. La terza non mi dice granchè: classica faccetta da brava ragazza che non disubbidisce mai a papà, fa tutto quello che dice mammà e dice sia le preghierine del mattino che quelle della sera.

Giusto il tempo per qualche vaccata del presentatore, decisamente insopportabile, e per una fugace inquadratura del presidente di giuria, un Bruce Willis chiaramente impaziente di levare le tende, e rivediamo le tre finaliste, una accanto all'altra, in bikini.

Le squadro. Quella di centro ha veramente un bel fisico, una spanna sopra le altre. Ed è anche una delle due che preferisco.

Ovviamente viene eliminata.

Rimangono in due: una piemontese, la cocchina di cui sopra, ed una sicula, gradevolmente mediterranea anche nell'aspetto e con un fare spigliato ed intrigante che non manca di suscitare qualche istinto animalesco.

Non ho dubbi su chi sceglierei.

Lo scocciatore con gli occhiali parte con una raffica di stupidissime domande personali, le cui risposte confermano decisamente l'impressione iniziale. Ne ricordo giusto un paio.

"Qual è il tuo attore preferito?" o qualcosa del genere. La cocchina risponde "Bruce Willis". Complimenti, tesoruccio di mamma. Una bella leccatina al presidente di giuria ci sta sempre bene.
La mediterranea riponde, con tono leggermente di sfida, "Jean-Claude Van Damme". Pazienza. Comunque apprezzabile lo spirito di indipendenza.

Sorvoliamo sulla squadra di calcio preferita (Juventus per entrambe) e passiamo al classico "sei fidanzata?". La cocchina, con sguardo stucchevolmente sognante, "sì". La mediterranea, con piglio battagliero, "assolutamente no!". Molto bene. Brava picciotta.

Ma è al "cosa indossi quando dormi?" che trovo la mia conferma definitiva. La cocchina indossa "un pigiamone enorme con un grosso orso davanti". Ho un conato di vomito.
Mi riprendo solo grazie alla mia pupilla, che non delude: "solo gli slip". Non è adorabile?

Sì, è adorabile (e anche un po' porca), ma non sa di aver firmato la sua condanna. L'ipocrita italiano medio non ha dubbi: la sua preferita è l'insipida educanda.

2 commenti:

Mikis ha detto...

Non ho visto nulla delle miss, tranne un paio di foto o qualche immagine in qualche telegiornale (RAI, mi viene da pensare). Devo dire che la tipa dal nome assurdo non mi sembra mica male. Chissà come erano le altre due...

Comunque, sul suo aspetto tanto da educanda, non ci scommeterei.
Trovo queste note in rete (ma quando non c'è qualche polemica dopo l'elezione di una miss ?):
"Edelfa, Edy per gli amici, con i capelli corti e in sottoveste cortissima colorata a fiori, con calze a rete nere autoreggenti o, in altre pose, in calze rosa, sempre autoreggenti, a volte con un ombrellino. La ragazza ha 18 anni, il suo look è piuttosto distante da quello adatto a una Miss Italia in carica. Ma il regolamento è rispettato: se pur prevede che non siano ammesse per le concorrenti esibizioni in film o in altre immagini pornografiche, nulla dice di pose un po' sexy[...]"

Vanamonde ha detto...

Bel post!
Mi ha detto più sull'elezione di Miss Italia di quanto mi abbiano detto tutti i giornali on-line messi insieme.